Seleziona una pagina

Come tradurre un sito Internet WordPress con WPML?

Sapevate che il 72% degli utenti visita esclusivamente pagine e siti redatti nella propria lingua madre? Se desiderate commercializzare i vostri prodotti o servizi su scala internazionale, sarà pertanto necessario tradurre il vostro sito Internet.
La soluzione più semplice per tradurre il vostro sito web WordPress consiste nello scaricare un plug-in che faciliti la gestione del progetto di traduzione dei contenuti direttamente dal CMS WordPress. Ubiqus collabora con WPML, un plug-in di traduzione dedicato a WordPress al fine di permettervi di approfittare della qualità di traduzione Ubiqus direttamente dalla vostra interfaccia WordPress.

Che cos’è WPML per WordPress?

WPML è un plug-in che semplifica la creazione di siti web plurilingui realizzati con WordPress. Consente di gestire la traduzione di pagine, articoli di blog, tassonomie o ancora menu personalizzati del vostro sito Internet.

Perché utilizzare WPML per tradurre il vostro sito web?

L’integrazione WPML per Ubiqus permette di realizzare le vostre traduzioni direttamente su WordPress. Non è più necessario inviare i file via e-mail o di estrarre i contenuti. Potrete gestire il vostro progetto di traduzione direttamente dal back end del vostro sito WordPress.

Clienti soddisfatti e che ne parlano

Tradurre il mio sito WordPress con WPML in 6 passaggi

1. Installate il plug-in WPML sul vostro sito WordPress.
2. Impostate Ubiqus come “Traduttore” nell’interfaccia WPML.
3. Richiedete un ID (la vostra chiave API personalizzata) a Ubiqus cliccando qui. Vi permetterà di attivare una connessione protetta tra il vostro sito WordPress e Ubiqus.
4. Selezionate gli elementi del vostro sito web da tradurre, quindi le opzioni di traduzione (lingua, ora, ecc.).
5. Confermate il vostro ordine.
6. Ottenete le vostre traduzioni direttamente sulla vostra interfaccia WordPress.

Ubiqus in WPML

Avete già WPML?

Come anticipato qui sopra, dovrete richiedere un ID (chiave API) valido a Ubiqus per consentire l’attivazione di una connessione sicura tra il vostro sito WordPress e il nostro. Potete cliccare qui.

In seguito, è sufficiente seguire i passaggi spiegati in dettaglio nel nostro manuale di istruzioni di WPML.
Potete scaricarlo qui sotto o cliccando sull’immagine.

Maggiori informazioni sul servizio di traduzione Ubiqus su WPML sono disponibili sul sito web di WPML.

Quali sono i vantaggi di WPML?

Grazie alla collaborazione tra Ubiqus e WPML, potrete beneficiare della qualità di traduzione Ubiqus direttamente su WordPress.

Automatizzazione del processo di traduzione

WPML vi consente di identificare i contenuti da tradurre (articoli di blog, pagine, ecc.), le combinazioni linguistiche d’interesse e di effettuare ordini. Tutto questo con pochi clic, direttamente dalla vostra interfaccia WordPress.

Contenuti ottimizzati per il SEO

Con WPML, i traduttori Ubiqus intervengono direttamente sulla vostra interfaccia WordPress. In questo modo, la formattazione e gli elementi SEO delle vostre pagine sono mantenuti.

Ottimizzazione dei costi

Potrete beneficiare della tecnologia Ubiqus e delle competenze umane dei nostri migliori traduttori.

Tempi di traduzione ridotti

  • Grazie all’automatizzazione dei processi WPML, otterrete risultati più efficaci in tempi rapidi.
  • Effettuate l’ordine degli elementi da tradurre direttamente su WordPress (l’interfaccia vi consente di specificare tutti i criteri del vostro ordine: lingue, tempistiche, istruzioni di traduzione).
  • Ubiqus è informato automaticamente del vostro ordine e si occuperà del vostro progetto. La traduzione è effettuata direttamente sulla vostra interfaccia WordPress, mantenendo la formattazione delle pagine. Compatibilità di WPML con i temi e plug-in WordPress.
  • Una volta effettuata la traduzione, sarete informati della sua disponibilità sul vostro sito WordPress. Non vi resta che caricarla online.

Certificazioni

Ubiqus detiene il certificato ISO 9001:2015 e figura nella Top 5 dei più importanti fornitori di servizi linguistici in Europa (rapporto Common Sense Advisory 2019).

I settori che utilizzano
le API di traduzione e i connettori

Haec subinde Constantius audiens et quaedam doctus, quem eum odisse iam conpererat lege communi

E per quanto riguarda il vostro progetto?

Praesent ut leo. et, sit odio justo dolor