Home Blog In che modo i glossari e le memorie possono farvi capitalizzare sui vostri progetti di traduzione

In che modo i glossari e le memorie possono farvi capitalizzare sui vostri progetti di traduzione?

Tra i vantaggi di stabilire un rapporto di fiducia e duraturo con un’agenzia di traduzione vi è, secondo molti dei nostri clienti, la creazione di glossari e memorie di traduzione dedicate.
La traduzione, così come ogni mestiere che si rispetti, richiede tutta una serie di strumenti. Il materiale informatico e i software specializzati, ad esempio. In questo articolo ci occupiamo di altri strumenti il cui utilizzo a volte sconosciuto presenta molti vantaggi: si tratta dei glossari e delle memorie di traduzione.

 

Ritratto di due strumenti complementari per armonizzare la vostra comunicazione

Presentato in forma di tabella, il glossario è un elenco di termini chiave in una lingua accompagnati dalla loro traduzione in una o più lingue di destinazione. È caratterizzato dalla presenza della definizione per ogni termine e a volte di commenti. Specifici su una certa tematica, mestiere o prodotto, i glossari sono redatti dalle aziende stesse o dal fornitore linguistico a mano a mano che lavora sulla traduzione. In tal caso, vengono convalidati dai clienti per garantire la loro esattezza. I glossari sono il frutto di un lavoro lungo e minuzioso, che richiede una grande ricerca di fondo.
Una memoria di traduzione è più simile a un database: si tratta di un file bilingue generato tramite un software CAT (“Computer-assisted translation”) che raggruppa il corpus di tutte le traduzioni effettuate per uno stesso cliente. Contiene tutti i testi originali (suddivisi in segmenti) e la loro traduzione. Più questa memoria viene costituita (o meglio “alimentata”), più essa rappresenta un database interessante che può essere riutilizzato per ogni nuovo progetto.
In sintesi, un glossario è una raccolta di termini chiave specifici a un tema, mentre una memoria di traduzione è un database di traduzione specifico per un determinato cliente.

 

Risparmio di tempo e coerenza terminologica

Nonostante la loro elaborazione richieda parecchio lavoro, i glossari e le memorie sono strumenti che permettono a di guadagnare molto tempo. I glossari sono vere e proprie miniere d’oro per i traduttori, che hanno a portata di mano tutta la terminologia specifica da utilizzare. Non solo il traduttore guadagna tempo prezioso in termini di ricerca, ma è sicuro di poter contare su uno strumento convalidato e affidabile.

Le memorie sono estremamente utili quando le richieste da parte di uno stesso cliente sono ricorrenti. Recuperando le corrispondenze già tradotte in precedenza, il processo diventa più efficace: ciò che è già stato tradotto viene recuperato e “pretradotto” dallo strumento CAT, riducendo così il volume totale da tradurre e, di conseguenza, i costi.

Le memorie sono utili anche per verificare il vocabolario precedentemente utilizzato, così come lo stile, permettendo al traduttore di garantire una coerenza stilistica e terminologica.

 

Strumenti da alimentare, aggiornare, condividere…

I glossari e le memorie di traduzione sono strumenti “vivi”, che devono essere alimentati man mano che vengono realizzati i progetti. Richiedono un lavoro di fondo specifico: all’interno di agenzie di traduzione come Ubiqus, questo lavoro è svolto dai responsabili linguistici e dai project manager. Durante la fase di rilettura, questi ultimi verificano che la traduzione rispetti gli elementi provenienti dalla memoria (terminologia, stile) e provvedono ad alimentarla una volta terminata la rilettura. I responsabili linguistici si occupano anche di aggiungere nuove voci ai glossari, se necessario, e di inviarle ai traduttori esterni per ogni nuovo progetto. Il loro livello di competenza e la loro perspicacia sono qualità indispensabili per mantenere aggiornati glossari e memorie, e per garantire la loro affidabilità.

Anche se si tratta di strumenti utilizzati “nell’ombra”, i glossari e le memorie di traduzione svolgono un ruolo di primo piano, poiché consentono di capitalizzare sul lavoro di traduzione già realizzato e di garantire traduzioni di qualità. Nell’ottica di una collaborazione a lungo termine con un fornitore linguistico, non devono essere trascurati!

 

Scopri
altri articoli

Come tradurre i sottotitoli?

Il nostro team vi rivela i segreti e i retroscena del sottotitolaggio: come tradurre i sottotitoli? Chi interviene nel processo creativo? Quali strumenti sono utilizzati? Vi spieghiamo tutto!

leggi tutto

Perché utilizzare un plug-in di traduzione per l’adattamento del vostro sito?

Per essere competitivi in un mercato economico sempre più globalizzato, è necessario attirare clienti da tutto il mondo. In altre parole, è essenziale rendere il vostro sito web accessibile a più paesi… e a più lingue. Il primo passo consiste nella traduzione del vostro sito internet. Se utilizzate un sistema di gestione dei contenuti (CMS) come WordPress o Adobe Experience Manager, potrete accedere a plug-in che propongono una traduzione relativamente semplice e veloce in più lingue.

leggi tutto

E per quanto riguarda il vostro progetto?

id, massa fringilla luctus tempus elementum amet, risus. ipsum ut